Arredi interni: idee e consigli

E' arrivato il momento di acquistare oppure cambiare casa? E' arrivato il momento che i figli sono diventati grandi? Allora è d'obbligo pensare subito all'arredamento e all'organizzazione degli spazi! Prima di tutto, per scegliere il tipo di arredamento da acquistare, occorre avere ben chiari gli spazi che si hanno a disposizione per i mobili e lo spazio che ci servirà per muoverci. Ma non basta. Quando si sceglie il primo arredo di una nuova casa bisogna essere previdenti.

Occorre pensare innanzitutto al tipo di clima ed ambiente in cui ci si trova: anche le stagioni vogliono la loro parte, non solo per la funzionalità dell'arredamento stesso, ma anche per renderlo in sintonia con la realtà climatica locale. Riflettuto su ciò bisogna saper fare un'adeguata sintesi con i propri gusti.
Oltre le stagioni dobbiamo sapere se nel nostro futuro sono previsti figli. In questo caso bisogna tener conto che una parte della casa avrà un arredo temporaneo, e quindi sarà necessaria una scelta oculata in base al rapporto utilizzo temporale e stabilità dell'arredo stesso: attenzione cioè ai mobili di ingombranti e non funzionali in una casa in cui ci sono dei bambini.

Se i figli li avete già c'è poco da consigliare: i figli sapranno senz'altro orientarvi per seguire i loro gusti. In ogni caso è sempre bene scegliere in base al grado di sicurezza che va garantita all'infanzia.
Alla sintesi tra le esigenze ambientali ed i propri gusti si aggiunge quindi la presenza di figli o meno! E poi, cosa ne pensa il proprio compagno o compagna?

Qua si rischia di non riuscire ad avere una casa con gli arredi adeguati alle proprie aspettative.
Un compromesso bisogna trovarlo, e qui la coppia gioca un ruolo di mediazione fondamentale.
Si potrebbe scegliere di delegare la scelta del tipo di arredamento in questo modo: ai figli la propria camera da letto, guidandoli però in merito a sicurezza e funzionalità; al proprio compagno o compagna si può cedere sul giardino o magari uno studio. Si deve comunque scendere a compromesso nella camera matrimoniale, così come per il soggiorno e la cucina, che sono spesso il punto più complicato.

La propria casa, rappresenta in qualche modo la personalità di chi ci vive e le sue aspirazioni; inoltre, si mette a nudo se stessi, si racconta la propria storia, i gusti e le prospettive. Il luogo maggiormente rappresentativo è il soggiorno, o comunque il locale dove si concentra l'attività pubblica, cioè dove vengono accolti gli ospiti. Qui i gusti e l'arredo devono essere in grado di identificare i componenti della famiglia nella maniera più equa e paritaria possibile. A questo proposito è bene ricordare sempre che le persone cambiano spesso i propri interessi, e ciò si può ripercuotere nelle scelte d'arredamento; così come possono incidere mutamenti di stili e condizioni di vita. Questo può accadere a tutti i componenti della famiglia, ma è evidente che i soggetti più attivi che determineranno mutamenti nell'arredo della casa saranno i figli, i quali, nell'arco della loro crescita, lasceranno un segno indelebile alla casa, che descriverà, appunto, la loro vita vissuta nell'ambiente domestico. Insomma, arredare casa è una sintesi tra buon gusto, funzionalità ed esigenze diverse, e trovare le soluzioni migliori è un percorso difficile ma emozionante!

icon montaggio mobili

icon montaggio mobili