Cialde e macchine da caffè di design: estetica dell’aroma

Ultimamente, il caffè non deve più essere solo buono: si sceglie una macchina o un tipo di cialde pensando a come le esporrete sul ripiano della cucina

Could not load widget with the id 125.

Il caffè: senza dubbio è la bevanda più amata in Italia. Tutta questione di gusto? In parte sì, certamente: ciascuno ha il proprio bar preferito, dove lo fanno proprio come Dio comanda, cremoso e profumato; ciascuno di noi ha anche il suo metodo di preparazione preferito, a scelta tra cialde, capsule, moka o persino solubile (ma non ditelo ai puristi dell’espresso!). Ma come si scelgono le marche, le cialde compatibili oppure la macchina da caffè di un certo brand? Negli ultimi anni è sempre più una questione di estetica.

Per scegliere quella perfetta per voi potete visitare siti specializzati che hanno fatto del caffè la propria passione e il proprio core business, come.

Il design delle macchine da caffè, di qualsiasi famosa marca come Lavazza, Nespresso o Bialetti, ma anche le meno note e più economiche, si evolve sempre più nella prospettiva del connubio tra l’estetica e la funzionalità – commenta Silvio De Meo, CEO del portale specializzato Caffecaffeshop.comquesto implica che non devono fare solo un ottimo caffè ed essere semplice da usare e pulire, ma diventare veri complementi d’arredo, da sfoggiare ed esporre nelle cucine delle case private o nelle zone relax di uffici e aziende”.

Quale modello scegliere? A prescindere dal fatto che funzionino con miscela, cialde o capsule, ecco tre soluzioni per tre tipi di ambiente diverso:

1) Stile vintage. Un po’ anni ’50-‘60, le macchine da caffè retrò sono tra le più à la page al momento. Le caratteristiche? Hanno spesso forme morbide e arrotondate, plastiche lucide e dai colori accesi oppure dai pattern optical… la macchina che avrebbe potuto campeggiare sul bancone del Piper ai tempi d’oro! Si adatta bene a quelle case in cui le stampe e le insegne vintage la fanno da padrone, per gli amanti dei sixties e dello stile un po’ rockabilly.

2) Spaziali. Sembrano piccole astronavi pronte a decollare, con acciaio lucido e cromature a vista, display e accessori che sembrano strumenti di precisione per astronauti. La linea è spesso minimale, quasi aerodinamica (nonostante non debba davvero lanciarsi in orbita!). Impossibile non ricordare, a questo proposito, l’espresso di Lavazza, bevuto nello spazio da Samantha Cristoforetti, grazie a una meraviglia tecnologica chiamata ISSpresso.

Quelle che non si prendono sul serio. Originali, buffe, colorate: le vorrete mostrare a tutti perché sono davvero particolari. Sono quelle macchine che fanno il verso ad altri oggetti del quotidiano, più o meno legate all’ambito caffè. Sono enormi caffettiere oppure grandi tazze in stile Bialetti, oppure oggetti multiformi cromature ottonate un po’ steampunk, per non parlare di grandi cuori che dimostreranno il vostro amore per il caffè.

icon montaggio mobili

icon montaggio mobili