Reti e materassi

materassi-singoliIn arredamento quando si va ad acquistare un materasso si deve scegliere se farlo tradizionale a molle od imbottito senza molle. I materassi senza molle portano il nome di lattice, Memory, acquaterm, futon, ed altri. Sostanzialmente i materassi senza molle hanno imbottiture naturali o spugne elaborate industrialmente che poi vengono rivestite con fodere sfoderabili o non. Ogni materiale ha suoi vantaggi e svantaggi, per esempio il lattice pur essendo comodissimo per dormire, è difficilemete spostabile e richiede di essere aereggiato spesso e specialmente in ambienti umidi può anche ammuffire. Qui non ci soffermiamo più di tanto nelle specifiche tecniche di ogni tipo di materasso, e puoi usare il blog tecnico su questo sito per ogni domanda tu voglia porre sui materassi e reti. Sui materassi tradizionali ci sono da sfatare due miti, uno è il materasso in pura lana e l'altro è il materasso ortopedico. In arredamento la parola "ortopedico" è stata veramente abusata nel settore materassi perchè si è visto che faceva aumentare le vendite.

Fino agli anni 90 si pensava erratamente e qualcuno ancora oggi, che se un materasso è duro è buono, quando invece il materasso rigido va bene (e da qui la parola otopedico) solo nel caso in cui il medico prescrive il dormire di schiena per risolvere qualche specifico problema fisico a letto. In arredamento i materassi di ultima generazione specialmente quelli senza molle sono anatomici ed il peso corporeo sagoma il materasso facendo andare in buon appoggio le parti del corpo anche quando si dorme di spalla, avvantaggiando il flusso sanguigno senza sollecitare muscoli e nervi come avviene invece con i materassi rigidi od "ortopedici". Questa caratteristica di "anatomico" si può trovare anche in alcuni materassi a molle, ed ottimi sono quelli a "molle insachettate". Avevamo sopra accennato al mito dei materassi in pura lana, che avevano una necessità assoluta di esistere nelle case dei nostri nonni, le quali erano fredde e poco climatizzate, ma ora negli ambienti moderni questa necessità è venuta a meno, e se viene preferita la pura lana italiana o merinos che sia, lo si fa per fattori di preferenza personale, per vantaggi di assorbimento umidita od altro. Le più recenti procedure di costruzione materassi prevedono il trattamento antiacaro, ma è bene specificare che ci sia nel modello che abbiamo scelto. Per le reti c'è il discorso in metallo o legno? Tutte le reti da letto hanno le doghe in legno di faggio e quelle a molle sono andate definitivamente in disuso negli anni 90. Solo in alcuni divani letto vengono usate delle reti metalliche per motivi tecnici e commerciali. Alcuni letti hanno il pianale in pannelli di legno rigido che può dare problemi di umidità-muffa al materasso riducendo il circolo d'aria, e riducono anche l'effetto anatomico del materasso.

In arredamento il telaio di ferro delle reti a doghe si dice che possa creare un campo eletromagnetico dannoso all'organismo ed alla mente, ma costando di meno rispetto alle reti tutte di legno, e non essendo certo sto fatto della "energia negativa" derivata da tre kili di metallo sotto al materasso, le reti di ferro con le doghe di legno sono le più usate. Dei grossi vantaggi nelle reti lo danno i supporti su cui vengono fissate le doghe che se anchessi flessibili e superiori al telaio rete aumentano l'effetto anatomico del materasso. Cliccando sulla foto qui sotto accederai ad un sito aziendale specializato in materassi, dove vedrai in dettaglio tutti i materiali e le ultime novità su materassi e reti, poi per ulteriori dati od info sui prezzi devi usare il modulo contatti in questo sito.

materasso-matrimoniale