Mobile soggiorno

Il soggiorno è un tipo di mobile che negli ultimi trent'anni è andato sempre più rimpicciolendosi per via delle nuove strutture abitative che nella maggioranza prevedono un ambiente unico per la zona giorno con maggiore rilevanza data all'area cucina. Negli anni 70 invace c'erano stanze 4 x 4 metri che fungevano da stanza soggiorno e venivano chiamate sala sia la stanza che il mobile con tavolo e sedie più il divano con poltrona. Fra l'altro queste stanze chiamate sala da molti non venivano neanche usate a parte che per natale o pascqua con i parenti. Nell'arredamento moderno il soggiorno attuale è in due versioni, a bussolotto od a spalla, quello a bussolotto sarebbero dei contenitori snelli e lisci spesso appesi a pensile nella parete, mentre a spalla sono i mobili più alti e voluminosi spesso adibiti a libreria.

Nel moderno viene molto usato il laccato lucido ed opaco poro aperto, e le essenze legno rovere tinto moro, noce ecc.. Negli ambienti classici o stile antico si trovano ancora i mobili di trent'anni fà e quelli di nuova generazione che mantengono forme simili ma aggoirnate più rivisitazioni di mobili del settecento ed ottocento che non erano ancora state fatte negli anni scorsi. C'è da dire che nel classico a parità di spesa col moderno si può fare un mobile in legno mentre quello moderno non lo è o lo è solo in parte. La scelta se fare un mobile grande o solo una credenza o base abbinata ad una vetrina è sempre soggettiva e dettata da esigenze pratiche e di spazio, personalmente preferisco sempre pochi pezzi singoli per sfruttare al massimo la luminosità ed ampiezza dello spazio. Dal punto di vista commerciale si può dire che le versioni economiche dei mobili soggiorno si trovano anche con discreto design è chi non può permettersi di spendere un po di più non avrà problemi particolari nella durata del mobile, dato che il soggiorno non viene sollecitato dall'uso come la cucina..